Il ruolo delle Linee Guida: un chiarimento sulla loro applicazione.

,

Il Sistema Nazionale per le Linee Guida racchiude tutte le linee guida vigenti in campo sanitario. Queste ultime, in sostanza, consistono in tutte le prassi condivise dalla comunità scientifica per il trattamento di un determinato stato patologico. Esse rappresentano un metro di valutavione per la condotta del professionista sanitario e in base ad esse è possibile qualificare la condotta dell’esercente la professione sanitaria come diligente oppure negligente o imprudente. 

Quale la loro applicazione?

Tuttavia, per non “ingessare” il sistema della responsabilità medica, tali prescrizioni devono essere valutate tenendo conto dei casi concreti che si presentano. Seguendo questo orientamento, le linee guida non devono essere concepite come un parametro rigido e insuperabile. Esse rappresentano un metro di valutazione della condotta del professionista sanitario, ma il Giudice può liberamente valutare la corrispondenza della condotta del professionista sanitario ai canoni di diligenza. La deroga concessa si spiega se si pensa alla particolarità dei casi concreti davanti ai quali si trova il medico: esistono casi che impongono a quest’ultimo di non osservare le linee guida. Per cui, non sempre un comportamento difforme alle linee guida è da considerarsi negligente. 

Dove si trovano?

Le linee guida possono essere trovate nel sito ufficiale del Ministero della Salute. Tuttavia, avendo a che fare con formule scientifiche, è normale che esse siano aggiornate, anche in tempi brevi. Per questo motivo, per ricevere un aggiornamento puntuale è necessario consultare manuali o  atti che si occupano della tematica.

Se vuoi rimanere aggiornato su altre novità o approfondire altri argomenti visita le nostre pagine Facebook e Linkedin.

Per ricevere assistenza legale non esitare a visitare il nostro sito web oppure a contattarci al +39 02.82.95.18.61.