Sintomi vaghi e aspecifici.

La vastità delle conoscenze mediche possedute al giorno d’oggi ha una causa principale: un soggetto non pratico del settore sanitario ha bisogno di qualcuno che lo guidi. Di conseguenza, il medico ha il dovere di approfondire sintomi vaghi e aspecifici

L’analisi dei sintomi.

Già nel momento in cui un paziente si rivolge al medico, spiegando i malesseri, il professionista deve adeguatamente attivarsi. di recente la corte ha dichiarato responsabile un medico che non ha approfondito i sintomi generali lamentati dal paziente. Questo perché il medico deve effettuare esami più specifici per acquisire tutti i significati possibili dei sintomi.

Per capire meglio colleghiamo il discorso al più generale art. 1176 c.c., ai sensi del quale il debitore deve svolgere la prestazione obbligatoria secondo ordinaria diligenza. Questa diligenza si fonda su regole di condotta che si trovano nei codici e al di fuori di essi. Possono emerge dalla comune prudenza o dalle cosiddette leggi dell’arte. Si tratta di regole che chi pratica il mestiere  deve seguire con costanza, e che nell’ordinamento formano la figura del “professionista medio”. È da specificare che la locuzione “professionista medio” non è da intendersi come professionista mediocre, bensì come “professionista bravo” ( Cassazione civile sez. III, 30/11/2018, n.30999 ). Con essa si intende imporre ai professionisti di utilizzare tutte le conoscenze possedute e conoscibili al momento del fatto, fungendo da criterio di valutazione dell’attività del professionista. 

Per concludere: il medico, quando ritiene che i sintomi sono troppo generali, deve svolgere esami più specifici al fine di inquadrare la situazione del paziente e, nel caso, intervenire prontamente. In caso contrario il soggetto risponderà delle sue azioni a titolo di responsabilità per colpa per i danni causati.

Se vuoi rimanere aggiornato su altre novità o approfondire altri argomenti visita la nostra pagina Facebook.

Per ricevere assistenza legale non esitare a visitare il nostro  sito web oppure contattaci  al  +39 02.82.95.18.61.