Direttiva SHRD 2: cambiamenti per le società quotate.

,
Copertina

Nella seduta n.58 dell’8 maggio, Il Consiglio dei Ministri ha approvato in esame definitivo un decreto legislativo di attuazione della direttiva UE 2017/828 (detta “SHRD 2”), la quale modifica la direttiva 2007/36/CE (detta anche “SHRD). La direttiva ha importanti conseguenze sulla politica di remunerazione degli amministratori, oltre che sulla governance della società. Per capire la portata della direttiva è necessario vedere in quale scenario ha origine.

Lo scenario comunitario.

Attualmente, nello scenario comunitario, sono presenti delle prassi che evidenziano una diversa disciplina, da parte delle società di ogni Stato membro, in materia di trasparenza e tutela degli interessi di azionisti e investitori. Tale differenza rende difficoltoso il monitoraggio delle imprese e gli investimenti degli azionisti esteri (compresi gli investitori istituzionali). Da qui l’esigenza di una direttiva capace di ristabilire un equilibrio.

Qual è il contenuto della direttiva “SHRD 2”?

L’intento della direttiva è di armonizzare le informazioni in materia di remunerazione, al fine di incoraggiare un impegno a lungo termine degli azionisti. Di particolare interesse è la previsione secondo la quale i soci esprimeranno un voto consultivo sulla relazione sulla remunerazione. In tal modo, si cerca di allineare l’interesse sociale alle proposte amministrative, direttive e gestionali dell’impresa. Inoltre viene fornito alle società quotate, aventi sede legale in Europa, un ausilio per la divulgazione delle informazioni anzidette.

Le sue conseguenze.

Con tale direttiva si intende ricordare che la politica di remunerazione è un fattore che deve contribuire alla strategia aziendale. In quest’ottica, la remunerazione dovrebbe dipendere da obbiettivi a lungo termine, con particolare attenzione alla sostenibilità della società. Si promuove così la figura dell’investimento sostenibile. 

Se vuoi rimanere aggiornato su altre novità o approfondire altri argomenti visita la nostra pagina Facebook.

Per ricevere assistenza legale non esitare a visitare il nostro sito web oppure contattaci al +39 02.82.95.18.61.